Vocazione alla Fraternità ...
(11 luglio 2019)

Vocazione alla Fraternità: il Dialogo nella Vita del Frate Minore
Fr. Michael A. Perry, OFM

 

L’esistenza umana si basa su tre relazioni fondamentali strettamente connesse: la relazione con Dio, quella con il prossimo e quella con la terra (Papa Francesco, Laudato si').

 

Miei cari fratelli, è meraviglioso per noi essere riuniti qui in fraternità, in un luogo dove giovani e anziani, cristiani, seguaci di altre tradizioni religiose e non-credenti si incontrano per fare esperienza di fratellanza umana e solidarietà, e per ascoltare la grande storia dell’amore straordinario di Dio per tutta l’umanità e per tutta la creazione. Ma quelli che giungono qui non sono dei semplici consumatori della spiritualità dell’ospitalità e di accoglienza della differenza; come ognuno di noi, essi vengono a condividere il loro personale viaggio esistenziale, la loro fede, le delusioni, il perdono, la speranza e la voglia di cambiare. Vengono alla ricerca di qualcosa, anche se questo ‘qualcosa’ non è chiaro all’inizio e forse diventa meno chiaro quando ripartono. È il viaggio che può fare davvero la differenza, il coraggio di uscire da sé stessi, dalla propria ‘comfort zone’ per entrare in uno spazio in cui abbiamo poco potere e possibilità di controllo. Con questo non voglio dire che Taizé sia uno spazio di incontro estremamente incontrollabile. Rispetto troppo fr. Alois e gli altri fratelli della Comunità di Taizé per pensare questo. Tuttavia, ciò che la Comunità di Taizé offre a tutti coloro che vengono qui e a quelli di noi che partecipano al pellegrinaggio dei Frati Under 10, ed anche a qualcuno che ha già passato da un po’ i 10 anni, è l'opportunità di fare esperienza dell’amore e del perdono di Dio, che sono imprevedibili e illimitati.

 

Leggi il testo intero ...

Indietro
Powrót do góry